google01edeb83bba0135f.html
Via Villoresi 8, Sedriano/ Via Oberdan 10, Nerviano
+39 3467426889
info@annalisabertolettipsicologa.com

Bambini e Adolescenti

Il mondo dei bambini passa attravero il gioco, il disegno, il creare personaggi inventati e ognuno fa finta di trasformarsi in qualcos’altro,

questa è la base che uso con loro quando mi viene richiesto un aiuto per i propri figli.

Il loro mondo è quello e l’unico modo per assicurarsi la loro fiducia, per parlare la loro stessa lingua, per entrare in contatto con le loro emozioni, con le paure più segrete, è proprio quello di lasciare stare la parola, lasciar da parte il ” allora questa settimana com’è andata?” e giocare..

Quello è il loro linguaggio, e un gioco ” ben fatto”, anche senza parole, vale più di un’ora di qualsiasi dialogo.

Giocando si parla la stessa lingua e si trovano strategie per risolvere le proprie paure, i propri conflitti e dar voce alle proprie emozioni, che spesso, proprio come gli adulti, sono soprattutto di rabbia.

Una volta trovato il modo per esprimere l’emozione si prova insieme a sperimentare nuove strategie per poterci restare in contatto, per non farsi spaventare delle emozioni che sentono più forte e ” disturbanti”, ma anzi capirne l’importanza e trovare un modo costruttivo per usarle.

 

Lo stesso rapporto di fiducia si va a costruire con l’adolescente, il quale si trova in una fase di passaggio con novità che si vanno a sommare e creano confusione e ambivalenza.

L’adolescenza infatti si caratterizza dallo sviluppo fisico e sessuale, il desiderio di staccarsi dalle figure genitoriali verso una maggiore autonomia, dei propri spazi, ma allo stesso tempo la paura di non sapere come fare.

Spesso questa paura viene mascherata con altri atteggiamenti provocatori o inadeguati. In realtà non è per forza un periodo difficile della vita, ma che richiede particolare attenzione, dove entrano in gioco elementi che influenzano il futuro sviluppo dei ragazzi.

Sia con i bambini che con gli adolescenti è fondamentale instaurare un rapporto di fiducia, garantire, come per gli adulti, la tutela della loro privacy dei loro racconti, chiarendo che saranno sempre presenti incontri periodici con i genitori per facilitare la loro comunicazione e aiutare anche loro nei compiti di mamma e papà.