google01edeb83bba0135f.html
Via Villoresi 8, Sedriano/ Via Oberdan 10, Nerviano
+39 3467426889
info@annalisabertolettipsicologa.com

Insegnanti

 

 

Freud disse:

“I lavori più difficili in assoluto, sono nell’ordine, il genitori, l’insegnante e lo psicologo”

Amo lavorare con i bambini, adoro la loro sincerità assoluta, la loro spontaneità e la fantasia che riescono a mettere in ogni cosa.

I bambini sono spesso però un grande enigma per genitori, educatore ed insegnanti, il loro modo di esprimere le emozioni è spesso differente e va letto in maniera precisa. Spesso dietro a pianti disperati, apparenti capricci o lunghi silenzi si nascondono esperienze che il bambino non riesce a raccontare a parole, ma che in qualche modo non è riuscito a comprendere, a  spiegarsi e che in qualche modo gli creano disagio.

A scuola, tu insegnante, ti ritrovi spesso dai 15 -25 bambini, ognuno con il proprio carattere, le proprie difficoltà e trovare modalità di interazione efficace spesso diventa difficile.

La formazione, lo sportello di ascolto e i progetti con le classi, mirano a sostenere il corpo docente e facilitare il rapporto con gli alunni e la comunicazione scuola-famiglia.

Capire quali caratteristiche hanno le difficoltà dei bambini, sta alla base di un buon lavoro didattico mirato sul bambino e che permetta uno svolgimento sereno delle lezioni.Sapere cos’è un DSA (Disturbo Specifico dell’Apprendimento) a volte non è sufficiente per apprendere quelli strumenti che permettano di creare una didattica differente e inclusiva, che faciliti il lavoro di tutti. Non vuol dire sapere quali misure adottare nel PDP o a volte pur applicandole, sembrano non risultare efficienti.

E’ fondamentale a questo punto lavorare in rete, chiedere ai professionisti di riferimento dei propri bambini con diagnosi o difficoltà certificate, un incontro di confronto.

In generale è fondamentale formarsi, facendo esperienza pratica, sperimentare insieme quali strumenti, libri, attività proporre; sapere che caratteristiche hanno i vari disturbi e avere dei riferimenti di intervento.

Aiutare i nostri bambini a comprendere e gestire le proprie emozioni, le proprie difficoltà, aiutarli a comprendere  il mondo che li circonda e fornire una guida per mostrargli come fare.

Progetti attivabili:

  • sportello di ascolto per genitori e insegnanti dalla primaria alla secondaria
  • Progetti emozioni per le classi della scuola primaria
  • Sportello di ascolto per alunni
  • Formazione alle insegnanti su DSA e altri disturbi dell’età evolutiva
  • Screening di letto-scrittura per le classi seconde e screening discalculia per le classi terze  dalla scuola primaria
  • Progetto metafonologia per la scuola dell’infanzia e classi prime della primaria
  • Progetti sul metodo di studio
  • Incontri per alunni, genitori e insegnanti su bullismo e cyberbullismo
  • altre tematiche proponibili dall’istituto in base alle esigenze del gruppo docente, gruppo classe e comitato genitori

Tutti i progetti sono attivati tramite l’Equipe MutaMenti con la quale collaboro dal 2013 ad oggi, la quale è composta da professionisti abilitati per porre diagnosi di DSA secondo norma di legge ( neuropsichiatra, logopediste, psicologhe). Per maggiori informazioni : http://www.mutamentiequipe.it/